Corsico: mettiamo un po’ di paletti per il Piano di Governo del territorio, di Roberto Masiero

Preparandoci alla importante discussione sul PGT, abbiamo ritenuto importante ribadire qui sin da ora le nostre posizioni in merito. Per questo, a integrazione dell’ ampio contributo di Gian Luca Triglia pubblicato sul nostro Blog, ripubblichiamo qui l’”Intervento sulle linee guida del PGT”, che ho svolto a nome di “Insieme Per Corsico” durante il Consiglio Comunale

del 20  Settembre 2010 ( leggi intervento_linee_guida PGT_2091010 )

Riassumendo in breve, per chi non voglia sobbarcarsi l’ intera lettura:

La Lista Civica “Insieme per Corsico” ha votato a favore delle Linee Guida allora presentate perchè:

- si trattava di un lavoro professionale e ben documentato

- presentavano significativi elementi di discontinuità con la precedente Amministrazione

- identificavano alcuni temi strategici per lo sviluppo del nostro territorio

- erano coerenti con l’ impegno programmatico complessivo dell’ Amministrazione

La nostra Lista ha tuttavia chiarito alcuni temi qualificanti per la conferma del nostro sostegno anche in sede di definitiva approvazione del PGT:

- Una strategia coerente di trasformazione dell’ economia del territorio, con un impegno tangibile e circostanziato alla realizzazione alla diffusione di una infrastruttura di larga banda e alla realizzazione di un Polo della Conoscenza e di un Incubatore di Impresa nella zona Travaglia

- Per evitare che il principio del “ Consumo zero di nuovo suolo “ venga facilmente eluso, esso andrà integrato con  un vincolo rigido all’aumento della densità abitativa, e quindi di fatto con l’obiettivo tendenziale di “ Incremento zero della popolazione”, da raggiungere attraverso una gestione flessibile dei flussi in entrata e in uscita

- Riduzione sostanziale dei piani di insediamento ” da abitanti residui da PRG” previsti per l’ area Dicalite-Perlite ( attualmente stimata in 500/600 abitanti) per renderli compatibili con gli obiettivi di densità abitativa e di sostenibilità finanziaria del nostro Comune

- Ferma opposizione  alla variazione di destinazione d’ uso prevista dal PPR RTU/2 per spostare l’ area Pirelli ( ex-Burgo) decisamente verso il residenziale, in quanto:

- a Corsico ci sono già 2800 abitazioni in più dei nuclei familiari, quindi presumibilmente un numero significativo di case vuote: la costruzione di un numero sostanziale di nuovi insediamenti non potrebbe quindi avere altro che carattere speculativo

- per quanto riguarda infine il fabbisogno abitativo dei ceti meno abbienti, già le “Linee Guida” sottolineavano che “la notevole quantità di edilizia convenzionata introdotta nei recenti interventi ha sostanzialmente soddisfatto il bisogno pregresso interno al comune di questo tipo di alloggi”

In quell’ area è dunque ora di spegnere le betoniere, e l’ istanza di variazione d’uso va fermamente respinta al mittente

Questi sono dunque i nostri “paletti”. Su questi temi intendiamo confrontarci apertamente, nel pieno rispetto di eventuali diverse posizioni, con l’obiettivo di contribuire a risolvere quelle aree di ambiguità che già avevamo rilevato nelle Linee Guida e ad approvare un PGT realmente a misura dei bisogni della nostra Città.

Roberto Masiero

Consigliere di “Insieme per Corsico”

About the author

roberto had written 81 articles for Insieme per Corsico

Roberto Masiero, Consigliere Comunale, Lista Civica "Insieme per Corsico"

2 Responses to "Corsico: mettiamo un po’ di paletti per il Piano di Governo del territorio, di Roberto Masiero"
  1. Clementino Re 12 aprile 2011 17:02 pm

    Il prossimo futuro sarà un periodo di grande importanza per la Corsico di domani.
    Per questo motivo è indispensabile che ci sia estrema chiarezza su quelle scelte dichiarate nelle linee guida del Piano di Governo del territorio che abbiamo votato e che dovranno trovare conferma nell’atto di approvazione del piano stesso.
    Conosciamo l’esistenza di legittime istanze che “accendono le betoniere” e siamo ovviamente favorevoli ad un confronto con chiunque ne voglia discutere, anteponendo senz’altro gli interessi pubblici a quelli privati.
    Sono questi i concetti che di fatto determinano la solidità della nostra associazione.

  2. Marcello 28 aprile 2011 06:57 am

    tutto molto condivisibile Roberto, spero anche che l’amministrazione colga questa occasione per iniziare ad investire sull’impatto zero e energie rinnovabili unica vera strada da percorrere per un futuro migliore e unica vera alternativa ai combustibili fossili…

Leave your response

You must be logged in to post a comment.