Corsico: ad un anno dalle elezioni

Il detto popolare: “C’è poca acqua e la papera non galleggia”cade a fagiolo sulla nostra situazione. Con la penuria finanziaria esistente, la maggioranza dei Comuni non ha potuto realizzare e rispettare compiutamente i programmi elettorali. A Corsico tagli dallo Stato per 1.219.000 euro. Si fatica nel trovare risorse anche per le buche nelle strade. Forse troppo presto per tirare le somme. A Corsico si sono concentrate le azioni sulla razionalizzazione dei servizi e sull’apparato comunale. La nuova giunta comunale corsichese ha ereditato oltre trecento dipendenti e centinaia di consulenti; percentualmente dati superiori ad altre realtà con le nostre stese caratteristiche demografiche. Gli sforzi per tagliare spese e contemporaneamente mantenere servizi essenziali di qualità e la locazione di alcuni immobili di proprietà Comunale, ha prodotto risultati lusinghieri sul bilancio. La stessa volontà di coinvolgere in tanti momenti le Associazioni e i Cittadini alla vita della nostra comunità, per esempio dall’iniziativa Insieme per la Legalità, sono segnali positivi e pregevoli.

Le uniche risorse che potrebbero produrre investimenti e nuovi servizi sono legate alla trasformazione del vecchio o l’utilizzo del nuovo suolo. Corsico ha già 86% del territorio coperto da asfalto e cemento. Nelle prossime settimane si discuterà del PGT (Piano Governo del Territorio), strumento amministrativo essenziale per la vivibilità dei nostri Quartieri. Occasione importante per attuare un punto centrale delle proposte elettorali del CentroSinistra: in sostanza più informazione, trasparenza, discussione e partecipazione. Queste promesse devono ora dispiegarsi in modo uniforme. A questo proposito ho letto con piacere su un volantino delle ACLI questa frase “ La Città è di ciascuno e di tutti: ed è di ognunoperché è di tutti. Non c’è spazio per la delega, per l’apatia,per l’indifferenza. La Città è nelle nostre mani: ci appartiene, enoi apparteniamo ad essa”

Il ruolo dei Partiti nei nostri territori. Probabilmente in questo contesto, la funzione dei Partiti rimane debole, insufficiente e calibrata su vecchi rituali autoreferenziali, chiusi nel loro dibattito interno e con poca capacità di coinvolgimento dei propri elettori. Gli stessi Cittadini, che in alcuni casi hanno pure dato preferenze personali agli eletti, appaiono disinformati. Quando e dove hanno la possibilità di dialogare con i Consiglieri Comunali di Corsico? È possibile organizzare una maggiore informazione e partecipazione dei cittadini e quali metodi e strumenti possono essere utilizzati? Rivalutare la politica.

Chi non fa politica la subisce, e se non si affronta il nodo della partecipazione, sempre più si consolidano gli interessi dei gruppi di potere economici che, di fatto, dettano in molti casi le priorità, i temi e la soluzione sull’uso dei nostri territori. Se non si valorizza e rinnovano i Partiti e la Politica nella forma più vera e alta del termine, si porta avanti pericolosamente uno scollamento che diventa un utile brodo di coltura verso tutti gli sciagurati segnali d’antipolitica e antipartiti che da più parti è lanciato. Come a volte succede a tutti noi, mi rendo conto che è certamente facile pontificare e criticare, ma tutti dovremmo capire che se non partecipiamo, rimangono le scorciatoie populiste e oligarchiche. Lapartecipazione significa momenti di sacrificio e responsabilità, ma anche un forte sostegno alle nostre comunità e alleviare l’immensa responsabilità e l’isolamento dei nostri Sindaci. Qualche saggio ha detto : A che serve avere le mani pulite per poi tenerle in tasca ? Certamente compito non facile, ma si può fare. Se non ora quando?

di Roberto Silvestrini

 

Leggi gli altri articoli pubblicati nel Blog

About the author

Gian Luca Triglia had written 30 articles for Insieme per Corsico

Nato il 20 febbraio 1974 a Milano, da sempre residente a Corsico, si laurea nell'ottobre 2002 in Scienze dell'Informazione, presso l'Università degli Studi di Milano e comincia da subito a lavorare come consulente informatico, per un'importante multinazionale, operante nel campo dell'Information Technology. E' stato tesoriere e segretario di un'associazione giovanile e si occupa attivamente di politica dal 2004, col suo ingresso in "Insieme per Corsico". Nella scorsa legislatura è stato membro del direttivo dell'associazione e consigliere della consulta di quartiere nord, oltre che membro della commissione biblioteca. Dal 2010 ricopre l'incarico di Portavoce di "Insieme per Corsico".

There are no responses so far.

Leave your response

You must be logged in to post a comment.