Si può fare di più

L’esperienza che viviamo costantemente in consiglio comunale ci porta all’amara riflessione di dover subire una sorta d’inettitudine del maggiore organo del comune. Crediamo che la lentezza esasperante nel percorso delle varie delibere contribuisca ad aumentare la distanza e la fiducia tra i cittadini e gli organi politici, e forse anche la politica in generale. Si pensi che nel mese di maggio 2012 presentammo la proposta per dare un nuovo ordinamento alla pubblicazione de “Il Giornale di Corsico”, il consiglio comunale decise di interessare del problema la commissione consigliare per gli affari istituzionali e soltanto giovedì 7 febbraio 2013 si farà un passo avanti in quella commissione.
Lo svolgimento delle sedute consiliari è disciplinato da un corretto regolamento che garantisce la libertà di espressione dei consiglieri comunali, demandando al presidente del consiglio comunale l’onere del coordinamento e del rispetto delle norme. Questo regolamento fonda le sue origini nell’interpretazione astratta del diritto, non potendo tener conto della mirata arroganza verbale di chi ha interesse a nascondere l’inconsistenza di contenuti nei vari interventi.
Prima ancora di contrastare nella sostanza, si pensa a demonizzare, attaccare, svilire, avendo cura di non cadere nel contenuto. Sono fuori moda i confronti sulle idee, sui progetti concreti e i modi di realizzazione: distoglierebbero dall’arte della delegittimazione.
Il bello è che fuori dall’aula consigliare tutti i consiglieri concordano sulle negatività espresse e sulla necessità di fare qualcosa.
Il nostro innato ottimismo ci porta a sperare per il futuro, speriamo prossimo.

About the author

tino had written 18 articles for Insieme per Corsico

There are no responses so far.

Leave your response

You must be logged in to post a comment.