IMU e la coperta corta

La coperta è corta, così come lo spazio in cui l’Amministrazione può muoversi. Noi non siamo per un’opposizione urlata, alla ricerca di facili demagogie. Essendoci impegnati a una posizione critica ma costruttiva, abbiamo quindi avanzato una serie di proposte concrete sia per aumentare le entrate che per contenere i costi.

Dunque, cosa potremmo fare per aumentare le entrate?

1) Operare nel senso dell’equità della redistribuzione dei sacrifici.

A Corsico 3078 famiglie non pagano l’IMU a causa della mancata revisione delle rendite catastali. Operare per questa sollecita revisione significa quindi introdurre un fondamentale fattore di equità.

2) Monetizzare le efficienze che si possono realizzare attraverso il miglioramento della raccolta differenziata.

Quanto vale un punto percentuale in più di raccolta differenziata? Una grande campagna di educazione potrebbe risolversi non solo in una qualità ambientale migliore , ma anche in un significativo contributo alle entrate.

3) Invitare i cittadini a devolvere il 5 per mille al proprio Comune.

Nel rispetto di altre priorità sociali, religiose o di altro tipo, sarebbe possibile attivare comunque un flusso addizionale di risorse a favore della nostra Comunità.

4) rivedere nel senso di una maggiore progressività le aliquote IRPEF.

Sappiamo che non si possono fare miracoli. La popolazione di Corsico è socialmente ed economicamente fragile ( solo 156 persone denunciano redditi superiori ai 100.000 Euro, contro più di 1000 a Buccinasco ). Il risultato è che i bisogni sociali aumentano mentre le risorse scarseggiano sempre di più. E tuttavia un aumento di progressività delle imposte sarebbe un segnale forte: chi ha di più, in una situazione di difficoltà deve dare di più.

Passiamo ora al miglioramento delle efficienze e al contenimento dei costi.

1) Un primo tangibile risultato è stato ottenuto attraverso “miglioramenti interni”, grazie alle iniziative promosse da gruppi di lavoro costituiti dagli stessi dipendenti per iniziativa dell’ Amministrazione. Questo è senz’altro positivo, ma siamo convinti che ulteriori miglioramenti sarebbero possibili favorendo la trasparenza e i contributi critici costruttivi della cittadinanza e delle forze sociali e politiche di opposizione.

2) Occorre favorire una partecipazione più attiva e responsabile di quelle forze che si impegnano a un’opposizione critica e costruttiva, perchè le buone idee non vengono solo dalla maggioranza.

Per questo la Lista Civica “Insieme per Corsico” intende contribuire ad un riesame approfondito di tutto il sistema delle Partecipate e delle articolazioni interne dell’ Amministrazione. A questo proposito abbiamo avanzato una richiesta formale di informazioni dettagliate sulla Civica Scuola di Musica, il cui deficit strutturale rischia di pregiudicare in futuro la sostenibilità di questa prestigiosa struttura. Proprio nell’intento di preservarla e di creare condizioni per un suo futuro sviluppo, è oggi necessario analizzare a fondo le ragioni di questo deficit strutturale e identificare le misure necessarie a contenerlo e a garantire la sua futura sostenibilità. E per questo abbiamo chiesto e chiederemo alla Giunta la massima apertura e collaborazione.

In conclusione: riteniamo che queste misure vadano adottate al più presto e che potranno contribuire significativamente al miglioramento della situazione finanziaria del nostro Comune, ma sta di fatto che ad oggi la coperta resta corta, e che il resto dell’opposizione, al di fuori delle urla, non è stato in grado di avanzare alcuna proposta concreta. Per questo abbiamo deciso di astenerci e di impegnarci a incalzare la maggioranza con le nostre proposte chiare, pragmatiche e costruttive.

About the author

Gian Luca Triglia had written 30 articles for Insieme per Corsico

Nato il 20 febbraio 1974 a Milano, da sempre residente a Corsico, si laurea nell'ottobre 2002 in Scienze dell'Informazione, presso l'Università degli Studi di Milano e comincia da subito a lavorare come consulente informatico, per un'importante multinazionale, operante nel campo dell'Information Technology. E' stato tesoriere e segretario di un'associazione giovanile e si occupa attivamente di politica dal 2004, col suo ingresso in "Insieme per Corsico". Nella scorsa legislatura è stato membro del direttivo dell'associazione e consigliere della consulta di quartiere nord, oltre che membro della commissione biblioteca. Dal 2010 ricopre l'incarico di Portavoce di "Insieme per Corsico".

There are no responses so far.

Leave your response

You must be logged in to post a comment.