25 Aprile a Corsico: Città in festa, Giunta in crisi!

Il 25 Aprile la nostra Città ha visto la più grande e gioiosa manifestazione di popolo dalla Liberazione ad oggi. Dopo molti anni in cui la commemorazione si era trasformata in un rito stanco e ripetitivo, quest’anno i nostri concittadini hanno reagito con uno scatto di orgoglio ai meschini tentativi della Giunta neroverde di svuotare completamente la ricorrenza. In questo senso si spiega il tentativo di escludere prima l’ANPI dalla celebrazione e poi, costretti a cedere sotto la pressione dell’opinione pubblica, arrivando a proibire arrogantemente alla banda municipale l’esecuzione di “Bella Ciao”: una meschinità prontamente smascherata dall’intervento dei consiglieri di “Insieme per Corsico” che hanno provveduto a rendere immediatamente pubblica la “velina” dell’Amministrazione.

Di fronte a questa grande mobilitazione popolare si è misurata l’inadeguatezza di questa Giunta. Priva del suo “lider maximo”, provvidenzialmente in vacanza, l’Amministrazione era rappresentata soltanto da un Assessore, da due Consiglieri e dal Presidente del Consiglio Vincenzo Cirulli, che avrebbe dovuto portare un messaggio istituzionale a garanzia dell’intero Consiglio. Peccato invece che il Presidente Cirulli abbia colto l’occasione per esporre le sue idee personali sul tema, in un intervento vivacemente contestato da molti dei partecipanti alla manifestazione.*

E oltre alla striminzita presenza dell’Amministrazione, al bavaglio imposto alla banda municipale, un’ultima vergogna: per la prima volta in tanti anni l’Amministrazione non ha sentito il dovere di inviare una propria rappresentanza con il gonfalone municipale né a San Vittore Olona, alla celebrazione in memoria del nostro concittadino Leopoldo Bozzi, né alla Manifestazione del 25 Aprile a Milano.

Che dire dunque di questa Amministrazione, così imbelle e così impari alla qualità della sua cittadinanza? È un’Amministrazione in crisi: hanno promesso mari e monti, e ora si trovano a chiedere lacrime e sangue. E non hanno nemmeno il coraggio di farlo: l’altra sera, all’annuncio della privatizzazione dell’Asilo nido Monti, i dirigenti sono stati lasciati soli a fronteggiare i genitori, senza nemmeno l’ombra di un Assessore.

Chi sono i responsabili di questo disastro? Noi abbiamo chiesto all’Assessore Di Capua di prendere atto delle sue evidenti responsabilità e di trarne responsabilmente le conseguenze; ma l’Assessore Di Capua non è il solo che si è dimostrato “inadatto a governare”, e noi chiediamo: può questa giunta così fragile e inadeguata assicurare il governo della città? La risposta a voi Corsichesi!

Il Direttivo di Insieme per Corsico

* Il testo pubblicato in precedenza conteneva una citazione tratta da Repubblica.it che il Presidente Cirulli ha successivamente smentito. Ne prendiamo atto.

About the author

Silvia had written 37 articles for Insieme per Corsico

There are no responses so far.

Leave your response

You must be logged in to post a comment.